rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Chioggia

Adesca 14enne su Facebook e si fa inviare foto pedopornografiche

Diciannovenne di Chioggia nei guai. Con un falso account aveva convinto un'adolescente di Treviso a inviargli foto esplicite. Denunciato

Aveva adescato una ragazzina di 14 anni tramite Facebook e l'aveva convinta a inviargli delle foto a luci rosse, in cui la malcapitata si ritraeva nuda in atteggiamenti sessualmente espliciti. Una trentina le immagini nel mirino della squadra mobile di Treviso, che ha denunciato un 19enne di Chioggia per detenzione di materiale pedopornografico. L'amicizia di chat tra i due interlocutori durava da qualche mese. Il giovane, che si presentava come un pizzaiolo di Padova trentacinquenne, col tempo era riuscito a instaurare un rapporto di amicizia con la vittima, finché la madre a un certo punto ha trovato il computer della figlia acceso. Un'occhiata al collegamento sul social network, rimasto nel frattempo attivo, e la scoperta delle conversazioni online.

Subito la donna ha sporto denuncia alla squadra mobile, che ha preso in mano la situazione. Con l'aiuto della polizia postale, gli inquirenti hanno preso possesso dell'account della quattordicenne, continuando a chattare con il finto pizzaiolo, finché non sono stati in grado di risalire a un'utenza cellulare e a un'utenza fissa di un cinquantenne di Chioggia.

Lunedì mattina è quindi scattato il blitz nell'abitazione della città clodiense. Subito è stato sequestrato il computer di casa, in uso al figlio diciannovenne del padrone di casa. Il giovane, messo alle strette, ha ammesso tutto di fronte agli agenti ed è stato quindi denunciato. Le indagini continuano per capire se attraverso la sua identità virtuale fasulla siano cadute nella rete altre adolescenti e, soprattutto, se le immagini in suo possesso venissero poi rivendute a terzi attraverso il mercato illegale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adesca 14enne su Facebook e si fa inviare foto pedopornografiche

VeneziaToday è in caricamento