menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A bordo con un martello, infrange un finestrino: 16enne denunciato

Si tratta dell'ennesimo episodio di vandalismo di una baby gang. L'autista ha lanciato l'allarme alle forze dell'ordine verso le 21.30 di domenica

Le bande di ragazzini sono un vero problema per l'ordine sociale. Come riportano i quotidiani locali, infatti, un gruppo di sei minorenni, alle 21.30 di domenica, si è reso responsabile di ingenti danneggiamenti ad una motonave destinata al trasporto pubblico. Un membro della gang, la cui età media si aggirava sui 16 anni, era "armato" anche di martello, con cui ha infranto un vetro dell'imbarcazione. Il marinaio al timone, intuendo che qualcosa a poppa non stava andando per il verso giusto, ha contattato i carabinieri, che hanno "abbordato" la motonave in navigazione, tra Punta Sabbioni e Lido. I militari hanno riportato la calma, ma solo per uno dei ragazzi è scattata la denuncia per danneggiamento aggravato al Tribunale dei minorenni.

Si tratta di un problema molto serio, al quale è difficile trovare una soluzione. È stato lo stesso presidente di Actv, Luca Scalabrin, ad intervenire in merito all'ennesimo caso di vandalismo, spiegando come i minori sappiano di poter fare ciò che vogliono, senza che contro di loro vengano presi dei provvedimenti adeguati. Il dirigente ha sostenuto che non ci sono "armi" per agire, e per questo è necessario trovare un rimedio prima di tutto culturale, ma anche legislativo, introducendo possibili sanzioni rieducative. Scalabrin ha poi osservato come le telecamere, in queste circostanze, siano inutili: certo permettono di individuare il colpevole oltre a ricostruire le dinamiche, ma non permettono di andare oltre. Inoltre ha sottolineato come non si possa chiedere ad Actv di fare ordine pubblico, sebbene ci sia un rapporto di collaborazione tra l'azienda e le forze dell'ordine: gli autisti, infatti, nel momento in cui vedono qualcosa lungo il loro percorso, sono tenuti ad avvisare i carabinieri. E non si tratta di una cosa da poco, dal momento che ogni giorno sono 600 i bus in movimento e 200 i vaporetti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento