rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Eraclea

Litiga con i genitori e decide di andarsene: ragazzino prende lo zaino e scappa di casa

Il giovanissimo, tedesco, è stato soccorso dai carabinieri nella notte tra giovedì e venerdì. Vagava da solo per strada a Eraclea. Madre e padre non si erano accorti di nulla

Un litigio o un'incomprensione con i genitori e decide per ripicca di fargliela pagare. Facendo prendere loro un grosso spavento. Un ragazzino di meno di 14 anni di nazionalità tedesca, piuttosto piccolo d'età, è stato soccorso dai carabinieri della compagnia di San Donà di Piave mentre stava vagando per il centro di Eraclea. Da solo. Lo zainetto in spalla. E' accaduto nella notte tra giovedì e venerdì, quando i militari della locale stazione hanno avvicinato il ragazzino, poco più che un bambino, chiedendogli dove fossero i suoi genitori. Visto che in giro non c'era traccia di adulti.

A quel punto il "fuggitivo" è stato accompagnato in caserma, dove è stato identificato. Appena possibile sono stati contattati i genitori, che nel frattempo non si erano accorti di nulla. Con ogni probabilità stavano dormendo quando il figlio aveva aperto la porta di casa e si era allontanato a piedi. Gli accertamenti sono proseguiti anche la mattina seguente: c'era il timore che alla base dell'allontanamento potessero esserci gravi motivazioni, magari di maltrattamenti in famiglia. I carabinieri hanno però escluso tale ipotesi: il ragazzino (poco più che un bambino) non aveva alcun segno di lesioni pregresse sul corpo e non ha mai raccontato di essere stato picchiato o sottoposto a situazioni che potessero avere conseguenze penali. Al termine degli accertamenti il minorenne è stato riconsegnato a madre e padre, al termine di una goliardata che i genitori non dimenticheranno facilmente. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con i genitori e decide di andarsene: ragazzino prende lo zaino e scappa di casa

VeneziaToday è in caricamento