Cronaca Punta della Dogana

Il "Ragazzo con la Rana" ha lasciato Punta della Dogana

L'opera di Charles Ray, installata nel 2009, non ha mancato di suscitare polemiche fino alla fine, tra chi la voleva permanente e chi temporanea

La controversa scultura

"Ragazzo con la rana" di Charles Ray ha lasciato mercoledì la Punta della Dogana, a Venezia, dove tra qualche giorni tornerà il vecchio lampione. Le operazioni di rimozione della scultura, alta circa due metri e mezzo, sono durate alcune ore, prima della sua collocazione in una grande cassa poi portata in un luogo "segreto".

LE POLEMICHE - L'opera è stata al centro in queste settimane di un acceso confronto, anche sul piano critico internazionale, sulla possibilità di trasformare la sua collocazione "provvisoria", legata alle mostre allestite nello spazio della Fondazione Pinault, in "permanente". Un'ipotesi alla quale l'amministrazione ha risposto negativamente, ricordando che la presenza di sculture in luoghi pubblici, diversi da quello ai Giardini Napoleonici di Castello definito da una delibera di diversi anni fa, può essere solo temporanea. Era dal 2009 che la scultura di Ray aveva preso il posto del lampione.

(ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Ragazzo con la Rana" ha lasciato Punta della Dogana

VeneziaToday è in caricamento