Apprensione a Mirano, adolescente scappa da casa: l'allarme rientra solo in serata

L'allerta dalla nonna del ragazzo, scomparso martedì dal paese veneziano. Già in passato una fuga verso il vicino Friuli per raggiungere la madre. Il rientro dopo ore di preoccupazione

La nonna ha raggiunto i carabinieri lanciando l'allarme. Lunghe ore di preoccupazione a Mirano per la fuga da casa di un adolescente che di punto in bianco ha deciso di andarsene dalla struttura cui era affidato. Com'è naturale, la signora, che abita a poca distanza, è stata pervasa dall'angoscia martedì mattina, quando ha allertato i carabinieri. I militari sono intervenuti sul posto con più pattuglie per capire cosa fosse accaduto. Le ricerche, poi, sono continuate per tutta la giornata. Ma dell'adolescente fino al tardo pomeriggio nessuna notizia. 

Inevitabile che ci fosse molta apprensione per le sorti del ragazzo, che almeno in un altro caso si era reso protagonista di una fuga. In quel frangente venne individuato in Friuli, dove risiede la madre. Il suo "piano" fu di scappare e raggiungere il più in fretta possibile la stazione ferroviaria, per poi salire sul convoglio che l'avrebbe dovuto portare, dopo almeno un cambio, in quel della zona di Udine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ipotesi più accreditata è che anche nell'ultimo caso il copione fosse simile, fino all'individuazione del ragazzo. Trovato nella prima serata di martedì proprio a Udine. Le forze dell'ordine avevano infatti diramato una nota di ricerca alla polfer, in modo da serrare le fila dei controlli a bordo dei convogli. Soprattutto sulle linee che avrebbero potuto "interessare" l'adolescente. Era solo questione di tempo, poi l'allarme è rientrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento