Cronaca Via Cavin di Sala

Vuole da bere gratis, giovane pesta e rapina un barista cinese a Mirano

Notte di follia per un 25enne del posto che prima ha messo a soqquadro il bar Rosa di via Cavin di Sala, poi è tornato per picchiare il titolare

Il Bar Rosa di Mirano

Voleva da bere per sé e per i suoi tre amici, solo che lo voleva gratis. Serata di follia per un 25enne miranese che verso mezzanotte e mezza, in preda ai fumi dell'alcol, ha picchiato il gestore del bar Rosa di via Cavin di Sala fino a mandarlo in ospedale per poi rapinarlo del telefonino e andarsene via. Lasciando gli stessi amici attoniti seduti a un tavolino all'esterno dell'esercizio.

Il titolare, di nazionalità cinese, è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale di Mirano e, a causa della furia del giovane, ha riportato dieci giorni di prognosi. Pugni e calci, a mani nude. L'episodio è accaduto in due round, che hanno portato ad altrettanti interventi dei carabinieri. Prima il giovane avrebbe messo a soqquadro il locale, gettando a terra tavoli e rompendo i bicchieri. Futili i motivi del litigio con il proprietario, fino ad arrivare alla minaccia di non pagare il conto.

A questo punto sono intervenuti per la prima volta i carabinieri, che hanno fermato e identificato l'aggressore dopo essere stati allertati dal malcapitato barista cinese. Ma per il 25enne evidentemente i conti non erano chiusi. Subito dopo essere stato rilasciato, infatti, avrebbe raggiunto di nuovo il locale per sfogare tutta la propria rabbia contro il suo rivale (il quale non aveva mai visto prima il malintenzionato). Alla fine sono state botte, specie al volto. Senza pietà.

Il titolare ha quindi preso di nuovo il telefono cellulare per chiamare i carabinieri, ma il suo interlocutore glielo avrebbe strappato di mano per poi metterselo in tasca e scappare via. Il barista quindi si è incamminato verso la stazione locale dei carabinieri quando, sanguinante, è stato visto da alcuni ragazzi che hanno lanciato l'allarme. I militari hanno setacciato la zona, sapendo che l'aggressore era scappato a piedi. Il 25enne, W.C., fino a venerdì sera incensurato, è stato infatti individuato poco distante, in via Gramsci, con in tasca ancora il cellulare del derubato. Inevitabili le manette per rapina. Stamattina la direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole da bere gratis, giovane pesta e rapina un barista cinese a Mirano

VeneziaToday è in caricamento