menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferito e rapinato della bici: caccia all'uomo in centro a Caselle

L'episodio nella serata di Santo Stefano, la mattina successiva è stato bloccato un giovane extracomuntario. Residenti all'inseguimento

Intercettato per strada e minacciato con un coltello, quindi costretto a consegnare la bicicletta e i 15 euro che aveva con sé. Succede a Caselle di Santa Maria di Sala, verso le 21 di sabato: vittima un diciottenne residente in zona che è stato raggiunto all'altezza dell'asilo di via Bazzea, a due passi dalla chiesa. Sull'identità del colpevole ci sono dei forti sospetti, tanto che nei minuti successivi scatta una vera caccia all'uomo: i residenti cercano di raggiungerlo e per poco non si arriva al contatto fisico.

Oltretutto l'aggressore potrebbe essere lo stesso di un episodio simile avvenuto il 9 dicembre, quando un 14enne del posto fu assalito di prima mattina mentre si recava a scuola, afferato al collo e derubato del telefono. Stavolta è andata anche peggio, nel senso che la vittima avrebbe pure riportato una lieve ferita alla mano, fortunatamente non profonda. La notizia si diffonde comunque nel giro di pochi istanti, anche perché lo stesso aggressore ci riprova meno di un'ora dopo in centro a Santa Maria di Sala: stesse modalità, solo che in questo caso si trova in netta inferiorità numerica. Così le vittime si ribellano e diventano inseguitori.

Il ragazzo, però, riesce inizialmente a far perdere le proprie tracce nell'oscurità e nella nebbia. Nella fuga abbandona uno zainetto, poi consegnato ai carabinieri, con all’interno vestiti, oggetti e un biglietto ferroviario per Roma. I carabinieri si mettono al lavoro: sentite le testimonianze, la mattina successiva rintracciano il giovane a casa sua, anche perché la madre nel frattempo ne aveva denunciato la scomparsa. Si tratta di un minorenne marocchino di 17 anni, che viene denunciato in stato di libertà. Il sindaco Nicola Fragomeni si è complimentato per l'operazione delle forze dell'ordine, raccomandando prudenza di fronte ai rischi legati alla giustizia "fai da te".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento