menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cacciavite in pugno, volto coperto Rapina in magazzino per 80 euro

E' successo martedì pomeriggio a San Polo, pare che il malvivente sia un veneziano visto che per parlava solo in dialetto. Indagini in corso

Cacciavite in pugno e volto coperto, il tutto per rubare 80 euro. Pare che sia un veneziano disperato quello che martedì pomeriggio ha fatto irruzione in un magazzino di San Polo collegato al negozio di impianti di riscaldamento e termoidraulica Albrizzi. Come riportano i quotidiani locali, un uomo con volto travisato da sciarpa e berretto si è presentato faccia a faccia con un dipendente minacciandolo con un cacciavite.

Gli ha chiesto di consegnargli i soldi, terrorizzato il lavoratore non ha avuto altra che scelta che aprire un cassetto e prendere una busta dove dentro c’erano quei pochi contanti. Il malvivente si è accontentato ed è subito fuggito a piedi facendo perdere le proprie tracce.

L’allarme è scattato immediatamente, sul posto sono intervenuti i carabinieri a cui il dipendente rapinato ha raccontato che l’uomo ha sempre parlato in dialetto veneziano. E’ probabile dunque che fosse una persona che vive in città, che conosce bene il centro storico e che sapesse perfettamente dove colpire e che via di fuga utilizzare. In zona ci sono diverse telecamere, le forze dell’ordine scandaglieranno i filmati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento