menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furgone forzato dai ladri

Il furgone forzato dai ladri

"Mi hanno rapinato con un coltello" ma il giovane si era inventato tutto

Il 19enne nei giorni scorsi avrebbe effettivamente patito il furto della merce a Jesolo, ma non è stato minacciato con la lama. Denunciato

Il furto l'aveva effettivamente patito, così come erano inequivocabili i segni lasciati dai delinquenti sul portellone del furgone. Con quel veicolo il giovane aveva raggiunto via Galileo Galilei a Jesolo Lido per una consegna ai gestori di un chiosco. Ci si prepara alla bella stagione, quindi serve riempire la dispensa. Fin qui tutto vero.

Solo che poi un 19enne addetto alle consegne, per paura con ogni probabilità della reazione del padre di fronte al furto di qualche centinaio di euro di merce (verdura grigliate congelate, cinque chili di salsa rosa, prosciutto), ha deciso di andare oltre. Di dichiarare (e di mettere nero su bianco nella propria denuncia) di essere stato minacciato da due criminali armati di coltello poi fuggiti su una moto di grossa cilindrata. Non prima di essersi impossessati del bottino e di aver passato la merce agli occupanti di un'auto che poteva sembrare una Volkswagen Golf.

Fin dall'inizio le dichiarazioni del ragazzo avevano fatto sorgere dei dubbi: in primis per il fatto di non aver lanciato subito l'allarme, aspettando l'arrivo del padre (titolare dell'azienda). Solo allora, dopo aver raggiunto di nuovo il magazzino della ditta ed essersi di nuovo rifornito in vista della consegna al cliente successivo, a una volante del commissariato di via Aquileia di passaggio è stata segnalata la presunta rapina. I gestori dei chioschi che avevano ricevuto la merce sono caduti dalle nuvole nel momento in cui sono stati raggiunti dalla notizia dell'aggressione con coltello: sapevano del furto, anche perché il ragazzo aveva chiesto in giro se qualcuno avesse assistito al furto, ma di armi da taglio nemmeno l'ombra. Il giovane, dunque, messo alle strette, ha alla fine confessato di avere dichiarato il falso. Per lui una denuncia per simulazione di reato che di sicuro poteva essere evitata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento