Finge di avere una pistola e rapina da solo una farmacia a Marghera

Il colpo lunedì sera in via Beccaria poco prima della chiusura. Il ladro, col volto travisato, si è fatto consegnare i soldi ed è scappato via a piedi

La farmacia rapinata

E' entrato poco prima dell'orario di chiusura fingendo di avere una pistola in tasca. Con il volto completamente travisato. Rapina lunedì sera alla farmmacia comunale di via Beccaria a Marghera. Come riportano i quotidiani locali, il bandito solitario è entrato nell'esercizio poco prima della chiusura spiegando con molta calma che non voleva fare del male a nessuno. Però c'era quella mano in tasca, da cui le titolare e una commessa non sapevano se da un momento all'altro sarebbe spuntata fuori una pistola.

Così hanno aperto il registratore di cassa e consegnato 350 euro al delinquente, che poi ha fatto subito dietrofront ed è scappato a piedi. Ad attenderlo in strada forse un complice, con cui scappare a bordo di un'auto. La titolare ha quindi fatto scattare l'allarme e sul posto sono intervenute due volanti della questura. E' stata controllata l'area circostante, ma del bandito nemmeno l'ombra. Si tratterebbe del secondo colpo perpetrato ai danni della farmacia. Il primo a gennaio 2011 da parte di un malvivente armato di taglierino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento