Cronaca Jesolo / Via XIII Martiri

Terrore al Laguna Shopping, rapina con pistola alla gioielleria Burato

Il colpo domenica pomeriggio al centro commerciale di Jesolo. Un uomo sulla quarantina ha minacciato la commessa ed è scappato con i preziosi

Entra nel centro commerciale come un normale cliente. Si aggira tra i punti vendita. Poi indossa un cappello con visiera e un paio di occhiali da sole e si trasforma in un rapinatore. Momenti di terrore domenica pomeriggio nel centro commerciale Laguna Shopping di Jesolo. In un orario della giornata in cui erano molte le persone che avevano deciso di dedicare qualche ora per fare compere.

Come riportano i quotidiani locali, un uomo dall'apparente età di 40 anni è entrato nella gioielleria "Burato", al piano di sopra, senza destare allarme in nessuno. Anzi. L'uomo, italiano con possibile lieve accento veneto, avrebbe chiesto di visionare alcuni gioielli in esposizione a una commessa. Sempre con cappello e occhiali da solo a celare il volto. Poi, in pochi istanti, avrebbe estratto dalla tasca una pistola a tamburo. Intimando alla malcapitata di consegnargli i preziosi.

Una rapina a mano armata lampo, tanto che in pochi si sarebbero accorti di ciò che stava accadendo. Il delinquente ha arraffato il bottino e se n'è andato via. Lasciando la commessa pietrificata. Immediato l'allarme lanciato alle forze dell'ordine. Ma al momento del loro arrivo del bandito solitario non c'era più alcuna traccia. Gli investigatori sperano di raccogliere indizi importanti dalle telecamere di videosorveglianza del centro commerciale, che potrebbero aver immortalato il rapinatore in fuga. L'ennesimo colpo nei confronti della catena specializzata in preziosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrore al Laguna Shopping, rapina con pistola alla gioielleria Burato

VeneziaToday è in caricamento