Assalto alla Gls: banditi armati in fuga con 16mila euro

Il colpo martedì sera alla sede di Noventa di Piave. Quattro uomini sono fuggiti a bordo di un'auto

Hanno puntato una pistola contro le operatrici all'ingresso e si sono fatti consegnare i soldi. Circa 16mila euro in contanti con i quali sono scappati. I carabinieri hanno avviato un'indagine per dare un volto e un nome ai quattro banditi che martedì sera hanno commesso una rapina alla sede dell'azienda di spedizioni Gls in via Calnova a Noventa di Piave. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assalto intorno alle 19.30. Tre malviventi hanno coperto i loro volti con il passamontagna e sono entrati nella filiale, mentre il quarto uomo li aspettava in macchina. Con il bottino i banditi sono riusciti a scappare. Le vittime hanno lanciato l'allarme ai carabinieri che hanno effettuato un sopralluogo e acquisito le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento