menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba alla Nave de Vero, poi picchia security e direttore: in arresto per rapina impropria

Intervento della polizia lunedì nel centro commerciale di Marghera. In manette un 38enne, si era divincolato per sfuggire alla cattura. Cercava di andarsene con merce per circa 120 euro

Sorpreso a rubare, tenta il tutto per tutto per fuggire ma alla fine viene bloccato dall'intervento della polizia. È successo nel pomeriggio di lunedì a Marghera, all'interno del negozio Ovs del centro commerciale Nave de Vero: l'uomo è stato visto entrare più volte nei camerini di prova, dove - si è scoperto poi - rimuoveva di volta in volta le placche antitaccheggio dai capi di abbigliamento per poi nasconderli nel proprio borsello o al di sotto dei propri abiti. I suoi movimenti però non sono passati inosservati e così, quando si è recato alle casse del negozio oltrepassandole senza pagare, l'addetto alla sicurezza gli ha intimato di fermarsi.

Il malvivente, anziché obbedire all'invito, ha proseguito per la sua strada: a quel punto in supporto al dipendente del negozio sono arrivati altri due addetti alla vigilanza e il direttore dell'Ovs, mettendosi tutti e quattro all'inseguimento del ladruncolo. Il pedinamento è continuato all'esterno del centro commerciale in via Orsato, mentre veniva allertato il 113. Finché, all'improvviso, il ladro si è innervosito ed è passato all'attacco, spintonando gli inseguitori e colpendoli con schiaffi. Tanto che il direttore, colpito al petto, è caduto a terra.

Nel frattempo, inviata dalla sala operativa della questura, è giunta sul posto una volante del commissariato di Marghera: l'uomo è stato finalmente bloccato e identificato per M.Z., 38enne veneziano. Oltre alla refurtiva, all'interno del borsello nascondeva una forbice utilizzata per togliere le placche dagli abiti. Il malvivente è stato arrestato per il reato di rapina impropria e posto al regime degli arresti domiciliari. In tutto si era impossessato di 9 paia di slip, 5 confezioni di calzini, 4 magliette intime e un pigiama, per il valore complessivo di 124 euro. La merce era ormai invendibile perché danneggiata.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento