menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La rapina all'In's di Marghera: il bandito si disfa del giubbotto, all'interno il bottino

Il criminale lunedì sera ha puntato la pistola alla spalla di una cassiera e ha intimato: "Apri la cassa e dammi tutto". Poi la fuga con i soldi per l'allarme. Sul posto la polizia

Si è rivelato un rapinatore piuttosto "pasticcione" quello che lunedì sera ha messo nel mirino il supermercato In's di via Trieste a Marghera: dopo aver minacciato le cassiere con una pistola e dopo aver sibilato con tono minaccioso: "Apri la cassa e dammi tutto", il delinquente è scappato (pare ci fosse un complice all'esterno ad aiutarlo) ma il suo giubbotto è stato individuato abbandonato poco distante, con all'interno il bottino del colpo. 

"Apri la cassa e dammi tutto"

Tutto inizia verso le 19.30 di lunedì, quando un delinquente entra nel punto vendita di via Trieste a Catene e mostra la pistola. Anzi, la punta direttamente alla spalla di una delle cassiere, minacciandola in perfetto italiano. A quel punto la donna, terrorizzata, ha aperto il registratore di cassa e l'intruso ha potuto impossessarsi dei soldi custoditi al suo interno, mettendoli nella tasca del giubbotto nero che indossa. A questo punto il malintenzionato, con il volto semitravisato da sciarpa e cappuccio, concentra l'attenzione anche sull'altra cassa, urlando all'addetta di muoversi e di dargli l'incasso. L'apertura di una delle uscite di emergenza da parte di un cliente, intanto, fa scattare l'allarme, e la sirena induce il criminale a fare dietrofront e a tagliare la corda il prima possibile.

Volanti sul posto, bottino recuperato

E' in quel momento che giunge la segnalazione della rapina in corso alla questura: a lanciare l'allarme è una delle cassiere. Sul posto intervengono gli agenti delle volanti, che hanno raccolto la descrizione del bandito dalle commesse e hanno perlustrato le vie adiacenti al supermercato, privilegiando la direzione di fuga del ladro. Lì, tra le siepi di un giardinetto, i poliziotti hanno trovato il "famoso" giubbotto nero nella cui tasca sono stati recuperati 653 euro, corrispondenti alla somma trafugata dalla cassa del supermercato. I controlli sono continuati a lungo in zona, fermando alcune persone che si aggiravano in zona per essere identificate. Le indagini continuano per dare un volto e un nome al rapinatore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento