rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca San Donà di Piave / Via Trasimeno

Scoperti a rubare, picchiano il gestore del negozio: bloccato un trio di rapinatori 15enni

Intervento dei carabinieri in un esercizio di San Donà. Individuata una baby gang che negli ultimi tempi si è resa responsabile di diversi episodi di violenza: un arresto e due denunce

Giovanissimi e già criminali incalliti. Un trio di minori, circa 15enni (un italiano, un albanese e un kosovaro residenti in provincia), è stato bloccato nella serata di mercoledì dai carabinieri di San Donà dopo l'ennesimo episodio di violenza di cui si era reso responsabile. Il fatto nel negozio F3 Moda di via Trasimeno: i tre rimuovono la placca antitaccheggio da un paio di jeans ma vengono scoperti dal titolare dell'attività. Cercano quindi di darsi alla fuga, il negoziante ne blocca uno e per tutta risposta viene attaccato dall'intero gruppetto a calci e pugni.

Nel frattempo un commesso allerta il 112 e sul posto interviene prontamente una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Donà. Due riescono a dileguarsi, mentre il terzo viene fermato dai militari e accompagnato in caserma. Il ragazzino fornisce indicazioni utili a rintracciare i complici, che vengono a loro volta raggiunti dai carabinieri nelle ore successive. Per loro, prelevati in presenza dei genitori dalle proprie abitazioni, scatta la denuncia per rapina impropria (non essendoci più la flagranza); per il primo, invece, l'arresto per lo stesso reato. Restituita la refurtiva agli aventi diritto, su disposizione dell’autorità giudiziaria dei minori l'arrestato è stato affidato ai genitori in regime di arresti domiciliari. Venerdì mattina il processo di convalida al termine del quale al minorenne è stato imposto l’obbligo di permanere nella propria abitazione senza possibilità di uscire.

I giovani non sono nuovi ai carabinieri sandonatesi, essendo parte di un gruppo di ragazzini che negli ultimi periodi si è reso responsabile di alcuni episodi di violenza in centro: colluttazioni e percosse, situazioni di degrado dovuto sostanzialmente a condizioni di disagio vissute dai giovanissimi. Fatti che hanno portato ad aumentare i controlli, col frequente passaggio delle pattuglie anche in abiti borghesi tra piazza Indipendenza e le zone limitrofe.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti a rubare, picchiano il gestore del negozio: bloccato un trio di rapinatori 15enni

VeneziaToday è in caricamento