Cronaca

Marcon, la rapinano della borsetta ma lei ha già nascosto il contante

Aggressione nel parcheggio della banca dove una ragazza di 26 anni stava andando a depositare l'incasso della sua tabaccheria. Due malviventi l'hanno avvicinata in moto e l'hanno aggredita

Mancavano pochi minuti e pochi metri perché quel contante finisse al sicuro. Purtroppo i due rapinatori sono stati più veloci ad avvicinarla e aggredirla. Vittima dell'ennesima violenza è stata una 26enne, titolare di una tabaccheria in viale Don Sturzo a San Liberale. La ragazza, lunedì scorso verso le 12e30, si stava dirigendo in banca a Marcon per depositare l'incasso, qualche migliaio di euro, del negozio. Lungo la strada per arrivare al parcheggio della filiale aveva notato due persone che la seguivano in motocicletta, ma non ci aveva badato più di tanto. Purtroppo per lei erano i suoi rapinatori. Fermatasi per posteggiare l'auto, una Fiat 500, i malviventi l'hanno assaltata: mentre uno rimaneva in sella con la moto accesa, l'altro si è avvicinato, ha cercato di aprire la portiera e, non riuscendoci perché bloccata dall'interno, ha spaccato il finestrino del passeggero con una spranga. In un batter d'occhio si è infilato con il busto all'interno dell'abitacolo e ha strappato la borsetta dalle mani della giovane ragazza.

Di certo il furfante non poteva sospettare che, con un'invidiabile prontezza di riflessi, la 26enne aveva già provveduto ad estrarre la busta contente l'incasso. I due malviventi, sicuri del colpo messo a segno, sono fuggiti in moto. Come segnala il Gazzettino, la borsetta è stata ritrovata martedì pomeriggio in un fossato a Roncade.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcon, la rapinano della borsetta ma lei ha già nascosto il contante

VeneziaToday è in caricamento