menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Facchino "barbanera" deruba due turisti, bloccato dai carabinieri

Si era offerto di portare le valige ma, al momento della mancia, ha spintonato la donna ed ha cercato di fuggire in direzione di piazzale Roma

Erano arrivati a Venezia da poche ore e stavano solo cercando di raggiungere il loro albergo, a pochi passi da piazzale Roma, ma per una coppia di turisti statunitensi la prima giornata di vacanza in laguna si è trasformata in un inseguimento tra ponti e fondamente per recuperare i loro soldi, rubati da uno dei tanti “barbanera” che bazzicano nel terminal automobilistico.

AIUTO OBBLIGATO – I due stranieri, arrivati nel primo pomeriggio di giovedì in laguna, avevano prenotato una stanza in un albergo nei pressi di Santa Chiara, poco distante dal capolinea degli autobus. Mentre vagavano per il piazzale, però, intorno alle 14, a loro si sarebbe avvicinato un individuo di etnia romena, uno dei cosiddetti “barbanera” che da tempo turbano l'ordine pubblico tanto del centro storico quanto della terraferma. L'uomo si è offerto di aiutare i due turisti a portare i bagagli fino all'hotel, vedendosi opporre un deciso rifiuto. Il romeno però non ha voluto sentire ragioni e, anzi, ha insistito con sempre maggiore energia, arrivando quasi a minacciare la coppia di sessantenni americani, che ad un certo punto si sono visti costretti a cedere.

FURTO E FUGA – Arrivati all'albergo il “barbanera” ha preteso sempre con maggiore insistenza una mancia per il suo servizio non richiesto, ed anche questa volta la coppia americana ha provato a rifiutarsi. Il 42enne romeno però non ha mollato l'osso ed è riuscito a convincere la signora americana ad estrarre il portafogli. La donna intendeva dare solo qualche spicciolo al facchino improvvisato, ma alla vista dei contanti il rom ha spinto a terra la donna, ha rubato i soldi dal portamonete della turista, circa 70 euro, e si è dato alla fuga in direzione di piazzale Roma. Lì però, allertati dalle urla della straniera rapinata, i carabinieri della stazione Scali sono intervenuti, bloccando il malvivente. L'uomo in realtà era già stato visto dai militari di prima mattina, assieme ad un complice, ma notando le divise aveva capito la malaparata e si era allontanato. Ora per il “barbanera”, bloccato in flagranza di reato per rapina, è partito l'arresto e venerdì arriverà anche il processo per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento