Rapina con pistola all'ufficio postale di Liettoli, due banditi se ne vanno con il bottino

È successo verso le 12.30 di venerdì nella frazione di Campolongo. Hanno fatto irruzione con il volto travisato, poi sono fuggiti in direzione Fossò su uno scooter. Carabinieri sul posto

Rapina armata all'ufficio postale, in due fanno irruzione e se ne vanno con i soldi. Il fatto nella frazione Liettoli di Campolongo Maggiore, in via Alto Adige, verso le 12.30 di venerdì. La coppia, con il volto travisato da dei sottocaschi, ha fatto irruzione all'improvviso, minacciando i presenti e intimando alla direttrice (in quel momendo da sola nell'ufficio postale assieme a una cliente) di consegnare il denaro. "Fuori i soldi", avrebbero intimato.

In mano ai due, secondo le testimonianze, almeno una pistola, non è chiaro se vera o finta. Fatto sta che davanti alla minaccia dell'arma all'addetta non è rimasto che eseguire gli ordini impartiti dai criminali. Ai banditi sono stati consegnati i contanti presenti nelle cassettine di sicurezza: non un bottino ingente, visto che all'appello mancherebbero meno du un centinaio di euro. Merito di un sistema pneumatico di sicurezza che permette di non avere a portata di mano somme troppo ingenti di denaro. Dopodiché i due (italiani, stando alla parlata) hanno fatto rapidamente dietrofront e si sono diretti verso un veicolo lasciato all'esterno, uno scooter grigio di piccole dimensioni. Infine la fuga in direzione di Fossò.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediatamente è scattato l'allarme, sul posto sono giunte le pattuglie dei carabinieri per dare il via alle ricerche dei banditi e ai rilievi del caso. Sono state acquisite, tra l'altro, le immagini del sistema di videosorveglianza. Il tutto si è svolto con rapidità e senza troppo trambusto, tanto che tra le persone presenti nei due bar circostanti nessuno si sarebbe accorto di nulla: sorpresa anche tra gli utenti che, arrivati all'ufficio postale nei minuti successivi, si sono trovati la strada sbarrata, i carabinieri e un cartello con la scritta "chiuso per rapina" sulla porta. Si tratta della terza rapina in pochi giorni in zona Riviera del Brenta: il 7 ottobre un'irruzione armata è avvenuta al Prix di Fossò, mentre il 19 è stata la volta della farmacia Fraccalanza a San Pietro di Stra.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento