Giovane derubato da due uomini sotto la minaccia di un taser, identificato uno dei rapinatori

Proseguono le indagini sulla rapina avvenuta la notte del 29 agosto a San Donà

Identificato dalla polizia locale di San Donà di Piave uno dei due autori della rapina compiuta la notte di sabato 29 agosto ai danni di un giovane di Musile. Decisivo il riconoscimento della stessa vittima che in quell'occasione aveva consegnato a due uomini 20 euro e la propria bicicletta sotto la minaccia di quello che poteva apparire come un taser.

Uno dei due rapinatori è un 26enne nigeriano, con precedenti per spaccio e resistenza e già denunciato per l'occupazione degli edifici dell’ex azienda “Azir” di Via Ereditari, abbattuti con un provvedimento lampo del sindaco Andrea Cereser lo scorso 21 agosto. «Un risultato rapido ed efficace - ha commentato il primo cittadino -, che testimonia l’impegno dell’amministrazione per tutelare i cittadini e garantire la sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento