rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave / Via Giorgione, 47

Rapina a San Donà in via Giorgione, spari nella tabaccheria

Il colpo nel pomeriggio di sabato. Due banditi sono entrati e hanno premuto il grilletto per far capire che facevano sul serio. Titolare picchiato

Subito dopo aver fatto irruzione hanno sparato. Non hanno perso tempo. Per far capire che facevano sul serio. Volevano i soldi, li volevano subito. Rapina a mano armata nel tardo pomeriggio di sabato in una edicola-tabaccheria di San Donà di Piave di via Giorgione.

Come riporta il Gazzettino, al momento dell'assalto all'interno dell'esercizio c'erano solo il titolare dietro il bancone e un anziano intento a giocare con delle slot machine. A un certo punto sono entrati due malviventi, il volto per metà travisato da una bandana. Giovani, poco più che ventenni. Vestiti di scuro. Una volta all'interno uno della coppia ha premuto il grilletto dell'arma, che poi si scoprirà essere una scacciacani senza il tappo rosso.

Il terrore quindi si è impadronito dell'edicola, con il complice che si è appostato vicino all'anziano per evitare che tentasse di scappare e dare l'allarme. Dopodiché il giovane armato ha superato il banco e ha aperto il registratore di cassa. Ha arraffato quanto c'era dentro, circa duecento euro, e non contento ha intimato al tabaccaio di consegnargli il portafoglio. All'interno dieci euro. Niente di che.

Prima, con ogni probabilità per la rabbia di vedere sfumare un "lauto" colpo, il delinquente ha schiaffeggiato il suo interlocutore. Facendogli cadere a terra gli occhiali. Poi la fuga a piedi. I carabinieri sono intervenuti sul posto in pochi minuti, avvertiti sia dal malcapitato rapinato, sia da una donna che stava passeggiando col proprio bimbo in carrozzina a poca distanza dagli eventi. Ma dei balordi nessuna traccia. Erano italiani, senza accenti particolari. Le indagini però sono solo all'inizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a San Donà in via Giorgione, spari nella tabaccheria

VeneziaToday è in caricamento