menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La coppia rapinata

La coppia rapinata

Si fingono finanzieri e tirano fuori la pistola: anziani rapinati in casa

Il colpo verso le 19.30 di ieri in un appartamento in viale della Libertà, 55 a San Donà. I malviventi, che tenevano sotto scacco i due 67enni sul divano, hanno trovato solo bigiotteria

Probabilmente sapevano che in quell'appartamento in viale della Libertà, 55, a poche centinaia di metri dal municipio di San Donà di Piave, vivevano due anziani. E sapevano quindi che sarebbe stato facile aggredirli per tentare di trafugare loro i preziosi che custodivano in casa. Verso le 19.30 di ieri due persone sulla trentina, ben vestite, di cui uno con accento meridionale, hanno suonato al campanello di una palazzina di due piani e si sono presentati come finanzieri, mostrando un tesserino delle Fiamme Gialle. Stefano Paternuosto, ex ispettore di un impresa di pulizie a Napoli, e la moglie Rossana Graziano, casalinga originaria di Palermo, hanno abboccato e hanno fatto accomodare i due "ospiti" in casa.

Non appena la porta d'ingresso è stata chiusa, uno dei due malviventi ha tirato fuori una pistola, non si sa se vera o falsa, e ha intimato alla coppia di sedersi sul divano mentre il compare rovistava nella camera da letto e nei cassetti per arraffare gli ori. Nel momento in cui uno dei malviventi ha tirato fuori l'arma per la donna è stato il terrore, mentre il marito aveva pensato a uno scherzo. Poi tutto si è rivelato per quello che era: una rapina bella e buona. I banditi avevano anche intenzione di legare i due padroni di casa, ma poi hanno deciso che non era necessario. Li avevano già in pugno.

VITTIMA E RAPINATORE SI SONO MESSI A PARLARE DI "REDDITOMETRO"

La ricerca di soldi e preziosi, però, è risultata vana: in casa, infatti, c'era solo bigiotteria, per cui i due rapinatori sono riusciti a trafugare solo un portagioie con all'interno braccialetti e orecchini da 250 euro totali. Niente di più. Per la fortuna dei derubati, i due finti finanzieri non si sono accorti che in un cassetto erano nascosti circa 500 euro. Altrimenti avrebbero potuto facilmente arrotondare il loro bottino. Nella stanza attigua al salotto si trovava la sorella del padrone di casa, impossibilitata a muoversi per la frattura del femore dopo una caduta. Non si sarebbe accorta di nulla.

Credendo che non ci fosse altro da rubare, i due hanno fatto dietrofront e sono usciti dall'appartamento. Sul caso stanno indagando i carabinieri, ma sembrerebbe che nessuno abbia visto i malviventi scappare via, che comunque non erano travisati. Le loro facce ora sono "in possesso" degli inquirenti. Prima di andarsene hanno strappato il cavo del telefono e tolto ai cellulari le batterie, intimando i coniugi di non chiamare nessuno. I rapinati hanno dovuto chiedere aiuto al vicino, che ha dato l'allerme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento