Cronaca Marghera

In arresto il rapinatore che colpì a coltellate il dipendente di una sala slot

L'episodio era avvenuto a Marghera a fine giugno. La squadra mobile ha rintracciato e portato in carcere l'aggressore. Arrestato anche un ladro che rubava nelle abitazioni e nelle chiese

Al termine delle indagini la squadra mobile veneziana ha arrestato, su ordinanza di custodia cautelare, il responsabile di un tentativo di rapina avvenuto a Marghera il 23 giugno scorso. Quella sera l'uomo, un 31enne magrebino, era entrato nella sala slot all'angolo tra via Bottenigo e via Fratelli Bandiera e si era diretto alle casse, minacciando un dipendente per ottenere i soldi dell'incasso. Il commesso si era opposto e ne era scaturito un parapiglia: l'aggressore aveva estratto un coltello e aveva ferito la vittima in più punti, ma alla fine era fuggito senza riuscire a portare a termine la rapina. Il dipendente del locale era stato curato per le ferite che, fortunatamente, non erano troppo gravi.

Rapinatore in carcere

Sono state le registrazioni delle telecamere di sorveglianza, oltre alle testimonianze, a mettere gli investigatori della squadra mobile sulla pista giusta. Il rapinatore, un uomo senza fissa dimora, era già noto per dei precedenti e così è stato individuato e, in un primo momento, denunciato a piede libero. Successivamente il giudice del tribunale di Venezia ha firmato nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, che è stata eseguita nelle ore scorse.

Ladro arrestato a Mestre

Stessa sorte è toccata a un italiano di 23 anni, responsabile di un furto in abitazione a Mestre nel corso del quale erano state rubate un’automobile e due biciclette di valore. L'episodio risale a qualche tempo fa: la macchina era stata trovata abbandonata per strada e anche in quel caso un grosso contributo alle indagini è arrivato dalle telecamere di sorveglianza, che avevano ripreso il ladro intento a scaricare le bici dall'auto. Già conosciuto dalle forze dell'ordine, è stato identificato e accusato, oltre che di furto aggravato, anche di ricettazione: nel corso della perquisizione nella sua abitazione, infatti, la polizia ha trovato degli oggetti che erano stati rubati nella parrocchia di San Lorenzo.

Furti nei supermercati

È invece della squadra volante un altro, doppio arresto effettuato ieri: nella mattinata di giovedì 30 settembre due ladri italiani, che avevano appena rubato prodotti vari in due diversi supermercati di Chirignago e Spinea, sono stati intercettati mentre cercavano di fuggire a bordo di un autobus. La volante si è messa all'inseguimento riuscendo a fermare i due uomini che, a seguito del controllo, sono stati trovati in possesso della merce rubata. I due, con vari precedenti specifici, sono stati arrestati per furto e saranno giudicati in direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arresto il rapinatore che colpì a coltellate il dipendente di una sala slot

VeneziaToday è in caricamento