menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le indagini sono condotte dal commissariato di Marghera

Le indagini sono condotte dal commissariato di Marghera

"Dame i schei", rapina il tabaccaio con la parrucca bionda e il coltello

Un delinquente verso le 8.30 di sabato è entrato nel negozio di piazzale Giovannacci a Marghera e ha minacciato il titolare. Bottino 450 euro

Parrucca bionda e coltello. Poi la fuga con l'incasso. Ha scelto un modo particolare per nascondere il proprio volto il malvivente che sabato mattina, verso le 8.40, quando ancora nell'esercizio si trovava solo il titolare, è entrato nella tabaccheria "Garbin" di via Durando a Marghera e si è subito diretto verso il banco. Giubbotto scuro e corporatura giovane, che poteva far pensare a un ragazzo sui vent'anni. Non di più.

"Dammi i soldi", una frase del genere ha rivolto con tono secco al proprio interlocutore. Tradendo un accento locale. Con ogni probabilità quindi si tratta di un piccolo delinquente del posto. Di fronte alla minaccia della lama, il tabaccaio non ha potuto far altro che aprire il registratore di cassa e consegnare i 450 euro che si trovavano al suo interno. Un bottino piuttosto consistente, visto e considerato che lì dentro c'era solo il fondo cassa (la giornata lavorativa era appena iniziata).

Dopo aver arraffato i contanti, il rapinatore è uscito dalla tabaccheria ed è fuggito a piedi, imboccando prima piazzale Giovannacci e poi via Toffoli. Dopodiché è riuscito a far perdere le proprie tracce. Un colpo che non sembra essere stato messo a segno da un professionista: sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di via Cosenz, che hanno raccolto la testimonianza del commerciante. Ma le indagini sono solo all'inizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento