rotate-mobile
Cronaca

Si spacciano per finanzieri e rapinano un uomo di soldi e cellulari, in manette

Una coppia di malviventi a inizio dicembre avevano derubato un cittadino in una calle buia dicendogli di essere agenti delle Fiamme Gialle. Stamattina sono stati arrestati

Hanno aspettato che un cittadino originario del Bangladesh, di ritorno dal lavoro, imboccasse una calle buia e stretta per fermarlo e rapinarlo. Due malviventi, a inizio dicembre, hanno bloccato la loro vittima dicendogli di essere della guardia di finanza e intimandogli di far vedere loro i documenti per un controllo. Subito dopo averli ottenuti, però, la coppia ha iniziato a spintonarle e maltrattare il malcapitato, facendosi consegnare due cellulari e un portafoglio con all'interno 350 euro. Soddisfatti del bottino, i due sono poi scappati facendo perdere le loro tracce.


I militari dell'Arma della compagnia di Mestre, dopo aver ricevuto la denuncia della rapina, hanno subito iniziato a controllare i movimenti dei pregiudicati della zona e le loro frequentazioni tentando, con pazienza certosina, di mettere tutti gli indizi in fila per chiudere il caso. Grazie alla conoscenza del territorio e della criminalità locale, gli inquirenti sono riusciti a collocare due malviventi sul luogo della rapina. Il loro arresto per rapina e sostituzine di persona in concorso di stamattina è poi stata una logica conseguenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spacciano per finanzieri e rapinano un uomo di soldi e cellulari, in manette

VeneziaToday è in caricamento