menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circondato e picchiato mentre torna a casa: seconda rapina ai danni di bengalesi

L'aggressione verso le 24 tra martedì e mercoledì in zona piazzale Concordia a Marghera. Un 21enne scende dal bus e viene bloccato da 4 delinquenti, pare giovani. Fuga con i soldi

Bloccato, picchiato e rapinato da 4 malintenzionati che non hanno esitato a strappargli di dosso lo zaino con all'interno poche decine di euro. Disavventura nella notte tra martedì e mercoledì a Marghera, nei pressi di piazzale Concordia, per un 21enne di origini bengalesi che stava tornando a casa a piedi. Era appena sceso dal bus quando è stato apostrofato in malo modo dai quattro malintenzionati. "Che cos'hai da guardare?", più o meno così sono risuonate le parole. Dopodiché lo scenario si è fatto sempre più preoccupante: i malintenzionati si sono avvicinati alla vittima e hanno iniziato a usare le mani. Sono volati calci e pugni.

Il 21enne avrebbe spiegato che sembravano piuttosto giovani, più o meno della sua età. Gli hanno parlato in italiano, impossibile però carpire qualche accento particolare. Fatto sta che l'aggressione dura pochi minuti. Tutto si svolge, pare, lontano da occhi indiscreti. Una volta ottenuto ciò che vogliono, i delinquenti sono scappati di corsa facendo perdere le proprie tracce nell'oscurità. Bottino di poche decine di euro. Sul posto intervengono quindi le volanti della polizia, che soccorrono lo sventurato e chiedono l'intervento dei sanitari del 118.

Il 21enne viene quindi trasportato all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dove viene sottoposto alle cure del caso. Verrà dimesso più tardi con una prognosi di 8 giorni, mentre le ricerche in zona dei possibili rapinatori non hanno dato l'esito sperato. L'episodio a 24 ore di distanza da un'altra rapina che ha visto come vittime due negozianti bengalesi: lunedì sera un gruppo di una decina di giovani li ha aggrediti come "rappresaglia" per aver fatto saltare i loro piani durante un furto il sabato precedente. Risultato: il titolare, un 35enne bengalese, è stato derubato di un po' di merce ed è stato raggiunto da un pugno in pieno volto. Finendo in ospedale pure lui. La squadra mobile della questura sta ora lavorando per capire se i due episodi siano collegati o meno. Luoghi e modalità appaiono comunque piuttosto differenti.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento