rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca San Marco / Ca' San Marcuola

Avevano tentato di rapinare tre turisti ferendo un uomo alla mano, arrestati

Una coppia di muranesi, entrambi tossicodipendenti, sono finiti in manette stamattina con l'accusa di aver aggredito dei cittadini svizzeri il 12 febbraio scorso per rubare loro i soldi

Il 12 febbraio scorso avevano tentato di rapinare tre turisti svizzeri in maschera rovinando loro l'atmosfera del carnevale. Ora Nicolò Campolongo, 34enne, e Marta Finotto, 31enne, entrambi residenti a Murano, sono finiti in carcere. Gli agenti della questura stamattina, all'alba, hanno raggiunto le loro abitazioni e li hanno accompagnati negli istituti penitenziari di Santa Maria Maggiore e della Giudecca.

 

IL VIDEO DELL'ARRESTO

 


Un mese fa, verso le 22, nelle vicinanze di Santa Sofia a Venezia, la coppia di malviventi, visibilmente sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, avevano aggredito i tre malcapitati turisti: marito, moglie e amica di famiglia in maschera tradiionale, tutti tra i 60 e i 70 anni. I due avevano tentato di strappare di dosso la borsetta a una donna e di impadronirsi del bastone da passeggio a complemento della maschera di suo marito. Oltre che del portafoglio. Di fronte alla loro resistenza, Campolongo avrebbe tirato fuori un coltello a serramanico e avrebbe iniziato a minacciarli. Per difendere la moglie, l'uomo, un 69enne, ha ingaggiato una breve colluttazione con il malvivente muranese, rimanendo ferito alla mano destra.  Alla vista del sangue la coppia di rapinatori ha quindi deciso di allontanarsi per non incorrere in conseguenze peggiori.

Le volanti della polizia, dopo aver messo a verbale le testimonianze delle persone aggredite e aver sottoposto loro alcune foto di persone che avrebbero potuto compiere quel gesto, verso le 23 hanno rintracciato i malviventi, pregiudicati, mentre camminavano sulla fondamenta di rio di Noale. I due sono stati riconosciuti dalle loro vittime. Il 34enne aveva ancora addosso il coltello incriminato. Entrambi il 12 febbraio scorso erano stati denunciati a piede libero per tentata rapina aggravata, in più l'uomo era stato denunciato anche per porto illegale di arma da taglio. Questo fino a ieri, quando il gip Roberta Marchiori ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avevano tentato di rapinare tre turisti ferendo un uomo alla mano, arrestati

VeneziaToday è in caricamento