rotate-mobile
Cronaca Ceggia

Rapinarono banche e uffici postali anche nel Veneziano: presa la "Banda Bassotti"

Blitz all'alba dei carabinieri di Pordenone. Arresti eseguiti nelle province di Brindisi e Pordenone. Gli indagati avrebbero commesso diverse rapine, tra cui una a Ceggia

Esperti, abili, organizzati. Il modo in cui operavano era da professionisti. Si introducevano alle prime luci dell’alba nell’edificio, in una zona sprovvista di allarme, talvolta calandosi dal tetto. Lo facevano attraverso le finestre alle quali avevano segato, nel corso della notte, le inferriate. Una volta dentro, attendevano nascosti l’arrivo del direttore per farsi consegnare il denaro custodito nella cassaforte. In un anno hanno messo a segno sette rapine tra la provincia di Venezia, la Marca Trevigiana, il Pordenonese e la provincia di Trieste. La «Banda Bassotti» specializzata in colpi ai danni di uffici postali e istituti di credito è finita in carcere. I carabinieri del comando provinciale di Pordenone mercoledì mattina hanno eseguito nove ordinanze di custodia cautelare. 

Gli indagati

Ai vertici della banda c’era Antonio Boccadamo, brindisino di 49 anni, ritenuto l’uomo che organizzava i colpi e individuava, attraverso un’accurata ricognizione, gli obiettivi. Insieme a lui sono stati raggiunti dai provvedimenti emessi dal gip di Pordenone quelli che i militari hanno ritenuto i suoi complici, tutti «trasfertisti»: Gervasio Del Monte, di 53 anni, Pasquale Carparelli, di 64, Lorenzo Battisti, anche lui 64enne, Lorenzo Boccadamo, di 56 anni, Simone Giordano, di 40, Matteo Orlando, di 43, Lorenzo Mastrovito, di 47, e Massimiliano Galasso, di 43, tutti residenti in provincia di Brindisi.

Le rapine

L’indagine era cominciata nel dicembre 2016 e ha portato a smantellare l’intero gruppo. La banda ha colpito anche nel Veneziano, con una rapina nell’ufficio postale di Ceggia il 2 novembre del 2017, e qualche mese prima, il 14 aprile, a Cessalto (Treviso), alla filiale della banca Monte dei Paschi di Siena. Subito dopo un’altra rapina, commessa il 2 dicembre dell’anno scorso nell’ufficio postale di San Biagio di Callalta, i cinque autori (Antonio e Lorenzo Boccadamo, Gervasio del Monte, Simone Giordano e Damiano Andriullo) vennero arrestati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono banche e uffici postali anche nel Veneziano: presa la "Banda Bassotti"

VeneziaToday è in caricamento