menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due rapine in poche ore a Chioggia: coppia di banditi semina il panico a Sottomarina

Il primo colpo verso le 6.30 di giovedì al bar Navicella. Il secondo assalto al Tigotà di via Marco Polo. I banditi, armati di coltello o taglierino, sono fuggiti sempre su uno Scarabeo

Due colpi in poche ore, con ogni probabilità perpetrati dagli stessi criminali. Il territorio di Chioggia sta vivendo ore di apprensione per una mattinata di giovedì che si è contraddistinta da un paio di assalti ai danni di attività commerciali del territorio clodiense: il primo alle 6.30, nei confronti di un bar di Sottomarina, il secondo verso le 13.30, che ha visto finire nel mirino un punto vendita Tigotà, sempre nella stessa località balneare. 

In entrambi i casi è entrata in azione una coppia di delinquenti che è giunta sul posto con un motociclo Scarabeo di colore azzurro. Impossibile carpire dettagli utili per dare un volto e un nome agli intrusi: entrambi indossavano un casco integrale. Così, mentre un complice rimaneva in sella al motociclo, l'altro è entrato nel bar Navicella di viale Padre Emilio Venturini e ha affrontato il gestore cinese del locale. Fuggendo con circa un centinaio di euro di bottino. In mano aveva una lama, difficile in quei concitati momenti se un coltello o un taglierino. Di fronte alle minacce allo sventurato non è rimasto altro che consegnare i soldi. Il ladro avrebbe intimato un "dame i schei" che potrebbe denotare una possibile provenienza locale, ma potrebbe anche essere stata una finta.

Stesso copione più o meno verso le 13 all'interno del punto vendita Tigotà di via Marco Polo: con l'ennesima fuga su quello Scarabeo su cui ora stanno indagando le forze dell'ordine. In questo caso il bottino sarebbe stato di circa 200 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento