rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Venezia tra le prime città per furti nelle abitazioni: a dirlo è l'Istat

Il capoluogo è tra le cinque città del centro-nord ad avere il maggior numero di topi d'appartamento: al di sopra della media nazionale.

Non c'è solo il benessere economico, c'è anche quello "equo e sostenibile": ne è stato stilato un rapporto Istat Urbes, che ha valutato il grado di benessere nelle città in dodici dimensioni (salute, istruzione e formazione, lavoro e conciliazione tempi di vita, benessere economico, relazioni sociali, politica e istituzioni, sicurezza, benessere soggettivo, paesaggio e patrimonio culturale, ambiente, ricerca e innovazione, qualità dei servizi).

A Venezia siamo "messi bene" in quanto a tasso di mortalità infantile: è uno dei più contenuti, con valori che non superano i 25 decessi per 10mila nati vivi. Sul lavoro, invece, non c'è da stare allegri: se in generale le città metropolitane del centro-nord hanno tenuto nel livello di occupazione, Venezia (insieme a Roma) fa eccezione. Non è positivo neanche il dato sulla presenza di donne nelle istituzioni comunali, bassa sia tra i consiglieri che tra gli assessori.

C'è poi il capitolo sicurezza: Venezia è tra le cinque città del centro-nord ad avere un numero di furti in abitazione al di sopra della media nazionale, insieme a Torino, Milano, Bologna e Firenze. I furti con destrezza sono quelli in cui la connotazione "metropolitana" si presenta più spiccata: tutte le sette città del centro-nord presentano livelli superiori alla media nazionale.

Va male anche dal punto di vista ambientale: le città metropolitane con il più alto numero di superamenti del valore limite giornaliero di PM10 (50 mg/m3) si trovano nel nord e sono Torino (126), Milano (81) e Venezia (74). In compenso il capoluogo lagunare è al primo posto per la disponibilità di aree pedonali: inevitabile, dato che è l'unica città senza automobili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia tra le prime città per furti nelle abitazioni: a dirlo è l'Istat

VeneziaToday è in caricamento