menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Razzi di segnalazioni tra vetro e plastica. Veritas: «Si rischiano esplosione e incendio»

L'ammonimento di Veritas, dopo l'ennesimo ritrovamento nell'impianto di Porto Marghera. Lo scorso anno l'esplosione di un razzo ha causato la distruzione di un impianto a Fusina

Razzi di segnalazione tra il vetro e la plastica. Ennesimo ritrovamento ad alto tasso di pericolosità nell'impianto di trattamento rifiuti di Porto Marghera, che mette a rischio l'incolumità degli operatori Veritas ma anche degli stessi cittadini: i razzi, infatti, possono facilmente esplodere o incendiarsi, sia nei cassonetti sia nei mezzi che li raccolgono.

I precedenti

Negli ultimi mesi, un razzo di segnalazione ha provocato un'esplosione all’interno di un camion per la raccolta dei rifiuti di Pellestrina e un altro è stato trovato nello stesso impianto di trattamento di Porto Marghera. L’anno scorso, le scintille provocate dall’esplosione di un razzo di segnalazione
hanno distrutto a Fusina l’impianto di trattamento degli ingombranti della società Eco-Ricicli.

L'appello di Veritas

«È assolutamente vietato - ricordano da Veritas - lasciare in strada o gettare tra i rifiuti, nei cassonetti o nei contenitori per la differenziata razzi, articoli pirotecnici e altri materiali esplosivi. Si tratta, infatti, di prodotti che possono esplodere o incendiarsi: i rifiuti, una volta raccolti, sono triturati meccanicamente e questa operazione può provocare scintille, con evidenti e gravi conseguenze alle persone e alle cose. Inoltre, gli Ecocentri ed Ecomobili di Veritas non sono autorizzati a ritirare razzi e materiali esplosivi».

Ritiro razzi e articoli pirotecnici

I venditori di articoli pirotecnici, razzi di segnalazione compresi, hanno l’obbligo di ritirare gratuitamente i materiali scaduti o inutilizzati. Lo stabilisce il decreto del ministero dell’Ambiente 101/2016. L’articolo 4 dice infatti che «il distributore di articoli pirotecnici raccoglie gratuitamente quelli inutilizzati, scaduti o non più suscettibili di ulteriore uso per le finalità cui sono destinati e i rifiuti derivanti dal loro utilizzo, consegnati dall’utilizzatore».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento