rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Numeri da record / Cavallino-Treporti

Cavallino Treporti si conferma capitale del turismo all’aria aperta: 6,5 milioni di presenze nel 2022

Dieci strutture ricettive del comune veneziano hanno ricevuto, a Stoccarda, il riconoscimento “Adac Superplätze”

Il turismo a Cavallino-Treporti è ripartito alla grande, con numeri da pre-covid che la confermano capitale europea dell’open air. Un turismo che predilige la vacanza associata all'aria aperta e alla natura, con un trend in aumento soprattutto a settembre (160mila presenze in più rispetto allo stesso periodo del 2019).

Decisamente soddisfatti la sindaca Roberta Nesto e l’assessore al turismo Alberto Ballarin: «L’estate 2022 ha portato grandi soddisfazioni al territorio: dall'imposta di soggiorno, che registra solamente le presenze paganti da maggio a settembre, la città ha incassato 4 milioni 450 mila euro. L’elemento però che ci differenzia rispetto al passato è che gli ospiti hanno scelto la nostra località anche nei mesi dell’“altra stagione”, ovvero nella primavera, a settembre ed ottobre. In particolare, comincia ad essere di rilievo il mese di settembre, con oltre 860 mila presenze». L'elemento vincente, per l'amministrazione, è il mix dell'offerta: «Le esperienze naturalistiche, sportive, l’enogastronomia e l’appeal della laguna di Venezia, enfatizzato dalla pista ciclopedonale sull’acqua più lunga d’Europa, sono elementi in più su cui dobbiamo puntare, facendo squadra con tutti, sia pubblico che privato».

Gli ottimi riscontri ottimi sono stati confermati dalla fiera di Stoccarda, dove ogni anno vengono assegnati i riconoscimenti del Club Automobilistico Europeo Adac, che invia i propri ispettori nei campeggi di tutta Europa per verificarne la qualità. Tra le nomination dei campeggi di Francia, Italia, Croazia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Austria, Danimarca, Grecia, Lussemburgo, Portogallo, Svezia, Svizzera, Ungheria, spicca per l’Italia proprio Cavallino-Treporti con 10 strutture ricettive che anche quest’anno si sono aggiudicate il riconoscimento “Adac Superplätze”. Un numero impressionante, se si considera che a livello nazionale le strutture premiate sono 41 (l’Italia è al 2° posto dopo la Francia) e Cavallino-Treporti ne ospita un quarto.

«Si tratta di un importante riconoscimento - commentano Paolo Bertolini e Francesco Berton, presidenti rispettivamente del Consorzio Parco Turistico di Cavallino-Treporti e di Assocamping - che testimonia come gli investimenti delle strutture ricettive, che non si sono mai fermati, abbiano puntato all’innovazione e alla sostenibilità, avendo saputo gestire bene immagine, reputazione e notorietà su tutte le piattaforme, completando così il nostro prodotto. Per i campeggi di Cavallino-Treporti è stata una stagione ricca di soddisfazioni, che ha visto un grande numero di ospiti affluire dalla primavera, in particolare da Pentecoste, toccando il tutto esaurito fino a fine agosto». Il 2022 ha segnato quindi un record storico per la località che, secondo i primi dati della Regione, ha visto abbondantemente superare i 6,56 milioni di presenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavallino Treporti si conferma capitale del turismo all’aria aperta: 6,5 milioni di presenze nel 2022

VeneziaToday è in caricamento