menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo alla banda dell'arte: recuperato un dipinto originale da 20mila euro

Ritrae una donna in abito bianco seduta, era stato acquistato in buona fede da un antiquario veneto: prosegue il contrasto ai furti di oggetti preziosi ad opera dei carabinieri di Mestre

Recuperato un nuovo dipinto originale, nell'ambito dell'attività di contrasto ai furti di opere artistiche e oggetti preziosi intrapresa dai carabinieri della compagnia di Mestre. Il dipinto, che era stato acquistato in buona fede da un antiquario veneto, ritrae scorci di paesaggi con in primo piano una donna in abito bianco seduta. Esso è attribuito all'artista veneto Alessandro Milesi, vissuto a cavallo del Novecento e molto apprezzato dai suoi contemporanei. Il valore stimato per l'opera supera i 20mila euro ed essa è stata posta sotto sequestro per gli ulteriori accertamenti, in attesa delle verifiche del caso.

L’indagine delle forze dell'ordine, lo ricordiamo, era partita da una serie di sopralluoghi nel centro storico di Venezia (nella famosa Casetta Rossa di D’Annunzio e in due altre abitazioni) e aveva permesso di svelare l’attività criminale di tre italiani (Claudio Mella, Claudio Celadin e Cristiano Barozzi) e due cittadini originari dello Sri Lanka, domestici presso le aristocratiche dimore, i quali, all’insaputa dei proprietari, asportavano oggetti di valore e sostituivano le tele di dipinti con copie serigrafate, perfettamente riproducenti l’originale. Al termine delle ulteriori verifiche, i carabinieri avevano accertato il furto di 41 quadri e vari oggetti di argenteria, non solo a Venezia, ma anche in altre ville patrizie a Schio e Strà, arrestando tutti i responsabili.

Ora si cerca di ricostruire l'iter che ha condotto il dipinto dall'abitazione del centro storico lagunare in cui si trovava alla disponibilità dell'acquirente inconsapevole.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento