Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Reddito di cittadinanza incassato senza averne diritto: 35 denunciati

I risultati delle verifiche effettuate dai carabinieri di Mestre: nella maggior parte i percettori hanno mentito sul periodo di residenza in Italia

Diciassette persone denunciate durante l'estate e altre 18 in questi giorni per aver percepito il reddito di cittadinanza senza avere i requisiti previsti dalla legge. A individuarle sono stati i carabinieri della compagnia di Mestre, impegnati negli ultimi mesi in un'operazione di verifica ad hoc.

Gli accertamenti erano iniziati fin dall'entrata in vigore della misura, proseguendo poi tra l'inverno e la primavera scorsi. Le prime irregolarità sono emerse in luglio: 17 persone, di cui 12 stranieri, avevano incassato il contributo pur non avendone diritto. Da notare che la violazione, oltre alla denuncia penale, comporta la segnalazione all’Inps, che poi chiede la restituzione delle somme: in quella fase, oltre 50 mila euro.

A settembre i carabinieri hanno tirato di nuovo le somme sulle 6.500 posizioni esaminate, accertando stavolta violazioni da parte di 18 persone: sono tutti stranieri e quasi tutti hanno mentito autodichiarando di essere residenti in Italia da oltre 10 anni, uno dei requisiti necessari per percepire il reddito. In questo caso la cifra totale di cui l'Inps chiederà la restituzione è di circa 80 mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza incassato senza averne diritto: 35 denunciati

VeneziaToday è in caricamento