Cronaca

Referendum: a Venezia potranno votare 118 ultracentenari, prima volta per 1669 elettori

Oltre 198mila i cittadini che potranno presentarsi alle urne. Greenpeace venerdì ha organizzato una manifestazione in laguna per sollecitare le persone a votare

Domenica si vota per il referendum contro le trivellazioni in mare. Nel solo Comune di Venezia saranno oltre 198mila le persone aventi diritto al voto (198.182 per l'esattezza), di cui 92.657 maschi e 105.525 femmine. Ben 118 gli ultracentenari (26 maschi e 92 femmine), mentre saranno 1669 i cittadini aventi diritto di voto per la prima volta. Di questi, in 7 compiranno 18 anni proprio il giorno del referendum.

Sono questi i dati resi noti dal Servizio elettorale comunale di Venezia, dove nella giornata di venerdì sono scesi in campo gli attivisti di Greenpeace per sollecitare gli italiani al voto. Dal Ponte degli Scalzi è stato calato un grande striscione da parte degli ambientalisiti, che recitava: "Meno petrolio, più rinnovabili". Si è trattata di un'azione simultanea a quelle messe in atto a Roma e Torino. Greenpeace ha infatti scelto di concludere la campagna referendaria in tre grandi città per sostenere il quorum e per sottolineare che il quesito referendario interessa anche quei luoghi che geograficamente non sono così vicini ai tratti di mare direttamente interessati dalle trivellazioni offshore.

L’associazione ambientalista ritiene infatti che questo voto non riguardi solo le regioni costiere. "Il 17 aprile - hanno sottolineato - c’è in gioco l’indirizzo energetico del Paese e un patrimonio, il mare, che oltre a essere un inestimabile tesoro naturale è anche una componente essenziale del turismo italiano, il bene primario del settore della pesca e di tutto il suo indotto, un’importante componente della nostra alimentazione e della nostra economia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum: a Venezia potranno votare 118 ultracentenari, prima volta per 1669 elettori

VeneziaToday è in caricamento