menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maranteghe in canale, la sfida a colpi di remo tra i "befanoni"

Conclusa la trentasettesima edizione della speciale regata in canal Grande. Il sole ha baciato pubblico e partecipanti, rigorosamente travestiti da Befana

Passate le "maranteghe" nei canali, è andata anche l'edizione 2015 della regata delle Befane, la trentasettesima. Partita alle 10 da Ca' Foscari e conclusasi come da tradizione a Rialto, la manifestazione è a metà tra la competizione sportiva e la goliardia.

Una regata speciale, che nasce dalla leggenda di due antichi vogatori, Nino Bianchetto e Enzo Rinaldo: "...La mattina del sei gennaio anche l'austero ponte di Rialto sorrise a vedere i due impenitenti burloni rincorrersi in mascareta, ma con le sembianze di due vecchie maranteghe". E ancora oggi i vogatori onorano la tradizione, bardandosi da Befane e sfidandosi in una gara all'ultima remata.

Erano cinque i "befanoni" che hanno partecipato a bordo delle loro imbarcazioni: "Timbro", "Specenè", "Spin", "Principe", "Manetta". Tutti rigorosamente oltre i 65 anni, sono i vecchi soci della più antica società di canottaggio della città, la Bucintoro. La gara, durata circa quindici minuti, è stata seguita da molte imbarcazioni a remi con i sostenitori degli atleti, altre imbarcazioni con Babbi Natale e Befane, oltre a un folto pubblico di appassionati di voga e di curiosi che assiste dalla partenza all'arrivo. Sul ponte di Rialto sono stati distribuiti cioccolata calda, vin brulé e caramelle.

Ad avere la meglio è stato Gianni Colombo, detto "Timbro", che ha passato per primo il traguardo e ha vinto così l'agognata bandiera rossa 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento