menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conquistò Venezia con "Gravity" Cuarón sarà presidente di giuria

Il regista Alfonso Cuarón, 53enne di origine messicana, è stato scelto per un incarico di grande prestigio alla prossima Mostra del Cinema

Il regista Alfonso Cuarón sarà il presidente della Giuria internazionale del Concorso della 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 2 al 12 settembre 2015. La nomina è stata fatta dal dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera.
 
Vincitore di due Oscar - per la miglior regia e il miglior montaggio di Gravity, film d’apertura della Mostra di Venezia 2013 che ha ottenuto in tutto sette Oscar - Alfonso Cuarón ha avuto altre quattro nomination agli Academy Awards®, sempre per film presentati in prima mondiale a Venezia: Y tu mamá también (2001, miglior sceneggiatura), I figli degli uomini (2006, miglior sceneggiatura e miglior montaggio), Gravity (2013, miglior film).

Alfonso Cuarón è considerato uno dei più importanti registi della sua generazione.  Il suo film d’esordio del 1991 Sólo con tu pareja, una commedia nera con Daniel Giménez Cacho e Claudia Ramírez, fu il più grande successo al box-office in Messico nel 1992 e procurò a Cuarón un Ariel Award come co-sceneggiatore. Nel 2013 “Gravity”, interpretato da Sandra Bullock e George Clooney, ha incassato al box office mondiale 700 milioni di dollari a fronte di un budget di 100. Il film era stato nominato a 10 premi Oscar, guidando la classifica delle nomination. Nel 2014 Cuarón ha realizzato la serie televisiva fantascientifica Believe, di cui è regista dell'episodio pilota e produttore dell'intera serie per la Warner Bros.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento