Multe inasprite con il nuovo regolamento di polizia e sicurezza

È stato approvato oggi dalla giunta veneziana. Sanzioni fino a 450 euro per chi festeggia addii al celibato o simili; ammende a chi sporca, a chi passeggia a torso nudo, a chi suona o dipinge per strada. Per tutti c'è il daspo

A Venezia è in vigore il nuovo regolamento di "polizia e sicurezza urbana", ovvero una serie di norme che dovrebbero funzionare come deterrente contro i comportamenti scorretti e indecorosi. La delibera stabilisce una diversa graduazione delle sanzioni in caso di violazioni delle norme che prevedono già il daspo urbano, ferma restando l’applicazione delle eventuali conseguenze di tipo penale. Nel dettaglio: 350 euro di multa, oltre a 100 euro aggiuntivi per l'ordine di allontanamento, a chi «festeggerà con tour alcolici o addii al celibato/nubilato compromettendo l'accessibilità e la fruibilità dei luoghi (quindi nei casi più gravi), minando le condizioni di sicurezza urbana».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comportamenti scorretti

Multe da 250 euro, oltre a 100 euro per il daspo urbano, a chi circola con carretti a mano per il trasporto di cose non a norma; 350 euro, più altri 100 aggiuntivi per l'ordine di allontanamento, a chi svolge attività artistiche allo scopo di raccogliere denaro; 350 euro a chi sporca in qualsiasi modo i luoghi pubblici; 200 euro a proprietari di immobili che non mantengono ordinati e puliti i giardini e le aree verdi. Inoltre subirà una sanzione di 250 euro chi passeggia per la città a torso nudo o nei mezzi pubblici.
 
«L'obiettivo - ha commentato l'assessore alla Sicurezza, Giorgio D'Este - è di rendere più efficace l'azione dissuasiva a quanti pensano di venire nel comune di Venezia e poter fare quello che desiderano, non dimostrando alcun rispetto per la città, il decoro urbano, l'incolumità pubblica e la sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento