menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sale giochi e slot, il nuovo regolamento realizzato "ad hoc" al vaglio in Commissione

La bozza era stata preparata a seguito della bocciatura del decreto anti-slot. Se passerà in consiglio comunale "Venezia sarà tra le città più all'avanguardia nella lotta alla ludopatia"

Dopo l'approvazione della Giunta, il secondo step. Si sono riunite lunedì mattina le commissioni consiliari III e IX, alla presenza dell'assessore alla Coesione Sociale Simone Venturini e dei due presidenti Alessio De Rossi e Paolo Pellegrini, per l'esame della proposta del un nuovo regolamento in materia di giochi.

Tale regolamento realizza un riordino complessivo della materia sia in tema di dislocazione territoriale della nuova rete di raccolta del gioco, rispetto ai luoghi sensibili, sia degli orari di apertura delle sale giochi, alla luce della Legge Regionale del Veneto per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio dalla dipendenza dal gioco.

I punti fondamentali del regolamento, che mira a contemperare le esigenze delle attività economiche con le esigenze poste dalle norme a tutela della sicurezza e del decoro urbano, prevedono, in primis, il divieto di apertura di nuove sale gioco, sale scommesse, sale VLT e bingo entro 500 metri in linea d'aria da luoghi sensibili. Inoltre, vengono disciplinati gli orari di apertura: le sale giochi autorizzate potranno aprire dalle 8.30 alle ore 21.30 di tutti i giorni, compresi i festivi.

Gli apparecchi automatici di intrattenimento installati, come le attività complementari in altri esercizi commerciali (bar, tabaccherie) potranno essere messi in esercizio solo tra le 9 e le 13 e tra le 15 e le 19.30 di tutti i giorni, compresi i festivi. Vengono inserite anche norme restrittive sulla pubblicità, prevedendo specifiche disposizioni a tutela dei minori e l'obbligo di esposizione dei cartelli con le chiare probabilità di vincita e le caratteristiche del gioco d'azzardo.

"Desidero ringraziare i consiglieri per il proficuo lavoro di questa mattina - dichiara l'assessore Venturini - che permetterà di arrivare in tempi rapidi alla votazione in Consiglio comunale. Il contrasto alla diffusione al gioco d'azzardo e alla ludopatia richiede un intervento complesso, su più fronti. Per queste ragioni, accanto al regolamento in discussione, avvieremo numerose iniziative di carattere sociale, educativo e culturale. Questo regolamento, una volta approvato, collocherà Venezia tra le città più all'avanguardia nel contrasto al preoccupante fenomeno della ludopatia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento