menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Renato Chisso ricoverato in rianimazione

Dopo un'operazione in cui gli sono stati innestati altri due stent. L'ex assessore regionale coinvolto nell'inchiesta del Mose è da tempo affetto da problemi di tipo cardiaco

Renato Chisso è finito in rianimazione cardiologica dopo un'operazione al cuore: l’ex assessore regionale coinvolto nell'inchiesta del Mose è stato ricoverato martedì all’ospedale civile di Venezia in seguito ad un intervento con cui gli sono stati innestati altri due stent. L'intervento si era reso necessario per risolvere i problemi cardiaci di cui è affetto da tempo.

Chisso è in carcere dal 17 dicembre scorso per scontare la pena definitiva di due anni e mezzo inflittagli per il reato di corruzione. Era stato portato in ospedale mercoledì dopo un elettrocardiogramma preoccupante. Il legale Antonio Forza ha commentato attaccando chi insinuava che Chisso si servisse dei suoi problemi di salute per tentare di "sfuggire" al carcere. In dicembre, commentando la decisione del giudice di far tornare in cella il suo assistito, aveva detto: "Ha appena subito un intervento per impiantare un holter e ora si ritrova in carcere. Non si è mai visto che una persona cui mancano solo nove mesi per scontare una pena abbia un trattamento del genere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento