menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia come Sanremo: l'Anac richiede la nomina di un responsabile anticorruzione

Rientrano nell'indicazione dell'Autorità anche i casinò di Campione d'Italia e Saint Vincent. La specifica a seguito di una richiesta specifica inviata dalla casa da gioco ligure

Il Casinò di Venezia dovrà avere un responsabile anticorruzione. "Ricadono sulle amministrazioni pubbliche controllanti i compiti di impulso e vigilanza sulla nomina del responsabile della trasparenza e sull'adozione delle misure di prevenzione anche integrative del cosiddetto modello 231", vale a dire l'adozione delle misure finalizzate al contrasto di fenomeni di corruzione e di illegalità". Lo scrive l'Anac, in una delibera pubblicata sul suo sito rispondendo a una richiesta di indicazioni sugli obblighi di trasparenza da adottare inviata dal casinò di Sanremo.

Indicato anche il Casinò di Venezia

Queste indicazioni, come segnala l'agenzia Agipro News, secondo l'Autorità devono essere rispettate anche da altre tre società pubbliche "che svolgono l'attività di esercizio dei giochi d'azzardo e di giochi non d'azzardo autorizzati", al pari della 'Societa Casino s.p.a., "partecipata al 100% dal Comune di Sanremo". Il riferimento è al casinò de la Vallè, partecipata per il 99,6% dalla Regione Valle d'Aosta, al casinò di Campione, partecipata al 100% dal comune di Campione d'Italia, e alla società Casinò di Venezia Gioco s.p.a., controllata al 100% dalla società Cmv, a sua volta controllata dal Comune di Venezia. La nomina del responsabile per la prevenzione e corruzione riguarda anche i profili relativi alle misure organizzative, "in una logica di coordinamento delle misure e di semplificazione degli adempimenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento