Restauri "aperti" a Venezia, i lavori cittadini saranno aperti a tutti

L'iniziativa si articola in un programma all'interno del Terminal San Basilio, con convegni e seminari tecnici e visite agli stessi siti dei lavori

La chiesa dei Gesuiti a Venezia

Venezia è un cantiere di innovazione: in laguna sono attive le imprese più all’avanguardia nell’ambito della conservazione del patrimonio culturale; qui si sperimentano tecniche e soluzioni innovative di intervento; qui prendono forma collaborazioni originali e inedite tra Soprintendenza, maestranze artigiane e il settore privato. Dopo il tutto esaurito della scorsa edizione, dal 22 al 24 novembre CulT Venezie-Salone Europeo della Cultura | Salone dei Beni e delle Attività Culturali e del Restauro aprirà nuovamente le porte dei cantieri più originali agli addetti ai lavori (ma non solo), per permettere di osservare a “distanza ravvicinata” i dettagli di interventi su elementi architettonici, scuoltorei e pittorici solitamente inaccessibili al pubblico.

L'APPUNTAMENTO - È questo l’obiettivo di “Restauri Aperti”, una delle cinque sezioni del Salone Europeo della Cultura, che dal 22 al 24 novembre, al Terminal San Basilio, accenderà i riflettori sul tema “Cultura è Manifattura”. Restauri Aperti è un’iniziativa inedita, ideata e curata all’interno del Salone da Anna Scavezzon, presidente dell'associazione Ribac, e promossa dalla soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna in collaborazione con l’ordine degli Ingegneri di Padova, il patrocinio dell’ordine degli Architetti di Venezia e di Padova, con il supporto di fondazione Prada, Green Building Council Italia, R&S Engineering, Edilnoleggi Valente e la partecipazione di Unpli Comitato Provinciale Pro Loco di Padova. Main partner del progetto è Carron. Restauri Aperti si articola in un programma “in” all’interno del Terminal San Basilio di Venezia, con convegni e seminari tecnici di presentazione degli interventi di restauro, e in un calendario “off” di visite guidate nei cantieri selezionati per l’edizione 2013 del progetto, ovvero la chiesa di San Sebastiano a Venezia, Ca’ Corner della Regina a Venezia, Gran Priorato dell’Ordine di Malta, sempre a Venezia, il Collegio Antonianum a Padova e la chiesa dei Gesuiti, di nuovo a Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I COMMENTI - Grande attesa per l’intervento domenica 24 novembre alle 15, dell’architetto e designer Matteo Thun che dialogherà con il soprintendente per i Beni architettonici e paesaggistici di Venezia e Laguna Renata Codello, con l’introduzione di Paola Carron sul tema “Cantieri di innovazione”. “Anche quest’anno Restauri Aperti presenta cantieri di grande interesse - commenta Anna Scavezzon, presidente Associazione Ribac e ideatrice e curatrice del progetto Restauri Aperti - Conservare, restaurare il patrimonio artistico è un’operazione complessa e affascinante, che va raccontata e vissuta. È l’occasione per conoscere il lavoro e l’impegno di tanti professionisti, al servizio della salvaguardia del patrimonio storico artistico. Fucina di competenze tecniche e storico-artistiche, il cantiere di restauro regala sempre esperienze uniche e chi ci lavora è spesso spettatore privilegiato di opere non generalmente accessibili. Restauri Aperti diventa l’occasione per condividere questo privilegio”. Il programma completo di Restauri Aperti è consultabile sul sito www.veneziecult.it, nella sezione “Programma”, dove è possibile registrarsi ai convegni, seminari specialistici e alle visite guidate, a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

  • Sradicate tre colonne di un distributore di benzina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento