menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte dell'Accademia, inizia il nuovo restauro: lavori da 1,7 milioni di euro lunghi 7 mesi

Il manufatto rimarrà sempre percorribile, sul modello di Rialto. I soldi sono stati messi da Luxottica. Venerdì la presentazione del progetto. Gli imbarcaderi Actv saranno spostati

Ponte dell'Accademia, ora si parte per davvero. La prossima settimana scatteranno i lavori di restauro di uno dei ponti più famosi di Venezia. Lo ha annunciato l'assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, sottolineando che naturalmente parte del cronoprogramma dipenderà dalle condizoni atmosferiche. I lavori dovrebbero durare 7 mesi, suddivisi però in 3 fasi. La prima sarà di un mese e mezzo, la seconda di 4. Poi la conclusione negli ultimi 45 giorni circa. Ad aggiudicarsi i lavori, del valore di complessivi 1,7 milioni di euro finanziati da Luxottica, è stata la Rete temporanea di imprese Salmistrari-Pasqualucci, che utilizzerà 15 uomini al giorno. L'hanno spuntata di fronte ad altri 18 concorrenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ponte rimarrà sempre percorribile

"Da anni - ha sottolineato l'assessore Zaccariotto - era necessaria la ristrutturazione di un ponte, nato provvisorio, che ha visto l'ultimo completo restauro nel 1986 e l'ultimo intervento di manutenzione più leggera nel 2007. Nel frattempo, a ottobre 2015, abbiamo ottenuto dalla Soprintendenza il vincolo monumentale". Tra le richieste di Ca' Farsetti, la ricerca di una soluzione che garantisse l'accessibilità a tutti e la minimizzazione del disagio per residenti e turisti: in questo senso, come per Rialto, il ponte non sarà mai del tutto off limits. 

Fermate Actv spostate 

Tra gli altri criteri qualitativi evidenziati da Agrondi, anche quello della manutenzione, facendo in modo che in futuro, attraverso la scelta dei materiali, si possano rendere più facili e meno costosi gli interventi. Come ha spiegato il direttore dei lavori, Alberto Chinellato, si procederà inizialmente con la rimozione totale del legno, poi con la revisione della parte metallica, eventuali consolidamenti strutturali e infine con la ricollocazione del legno, con l'accorgimento di evitare il contatto con le parti metalliche. Durante i lavori, che vedranno chiusure parziali per soli 3-4 mesi, verranno gioco forza spostati gli imbarcaderi Actv.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Mestre

    "Il Mummia" torna a Mestre e finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento