menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua il restauro di Rialto: il ponte sarà off limits ai vaporetti per una dozzina di notti

Lo stop al transito di imbarcazioni superiori alle 10 tonnellate dalle 00.15 alle 6.15, dal 19 settembre al 1 ottobre. Sarà posizionato un grande pontone per proseguire i lavori

Continuano i lavori di restauro del Ponte di Rialto. Proprio per questo per una decina di giorni le imbarcazioni di stazza superiore alle 10 tonnellate non potranno transitare sotto al simbolo di Venezia. Motivo? Lì sarà posizionato un pontone funzionale all'intervento delle associazione temporanea di imprese (Lares, Lithos, Setten), che sta riportando ai vecchi splendori il manufatto. Gioco forza anche i vaporetti Actv e i mezzi Alilaguna saranno deviati. Come già accaduto in passato, si gireranno in corrispondenza di Rialto Mercato, del rio di San Polo e del canale di Cannaregio. La circolazione sotto a Rialto sarà sospesa per quanto riguarda i mezzi di trasporto pubblico dalle 00.15 alle 6.15, da lunedì 19 settembre a sabato 1 ottobre. In totale 12 notti. 

Lo certifica un'ordinanza comunale, che si basa su una riunione di coordinamento tecnico che si è tenuta tra le parti interessate il 4 febbraio scorso. Il transito in Canal Grande del motopontone scatterà alle 23, durante ognuno dei giorni indicati. Il mezzo sarà naturalmente "scortato" dalla polizia municipale. Si tratta di un pontone di 30 metri per 8 da quasi 100 tonnellate. Entrerà da Punta della Dogana, per poi sostare dopo la confluenza con il rio di San Polo fino all'ultima corsa Actv programmata. Tornerà alla "base" a partire dalle 6. 

Durante le notti di lavoro sotto l'arcata di Rialto verranno temporaneamente sospesi i pontili e le relative cavane adibite a carico e scarico merci sulla riva pubblica fino a fondamenta San Bartolomeo. Tutte le imbarcazioni al di sotto della stazza lorda di 10 tonnellate (che quindi potranno transitare) saranno obbligate a ridurre la velocità, per evitare problemi. Con ogni probabilità Actv dovrà fare di necessità virtù: le corse si dovrebbero fermare a San Tomà e, nel senso di marcia opposto, a Rialto Mercato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento