menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rete da peschereccio nel laghetto di Noale: "Trappola dei bracconieri"

E' stata segnalata da due giovani alla Polizia Provinciale, sono intervenute le guardie della Lipu. Erano già state catturate varie carpe

Una rete da peschereccio di 60 metri, piazzata ad arte in un laghetto ad est delle cave di Noale. E’ stata scoperta da due giovani domenica mattina, è considerata in grado di intrappolare qualunque tipo di pesce. Come riporta Il Gazzettino, è stata messa probabilmente da alcuni bracconiere ed è una trappola che non lascia scampo.

Già cinque carpe erano state catturate, una pesava certamente più di dieci chili. I giovani hanno immediatamente chiamato la Polizia, gli agenti della Provinciale hanno attivato le guardie della Lipu arrivate poco dopo sul posto. Le carpe sono state liberate, la rete è stata immediatamente tirata su.

In quel laghetto di Strada Spèagnolo è possibile pescare ma la legge regionale vieta tassativamente questo tipo di mezzo, ecco perché perfino le guardie Lipu si sono stupite. Intanto le forze dell’ordine indagano per capire chi potrebbe aver piazzato la rete e soprattutto quando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento