Spritz nel retrobottega del bar nonostante i divieti

È successo a Maerne di Martellago. I carabinieri hanno colto sul fatto la titolare e gli avventori

Poco ha importato a una barista di nazionalità cinese se ci fossero divieti e controlli: nel retrobottega del suo locale a Maerne di Martellago, infatti, continuava a servire spritz e bevande alcoliche agli avventori, senza il benché minimo rispetto delle norme sull'isolamento. I carabinieri locali hanno colto sul fatto la titolare e i clienti nel corso dei controlli del fine settimana; per loro sono scattate le sanzioni del caso, mentre il bar dovrà mantenere le serrande abbassate per 5 giorni dal momento in cui i locali torneranno ad aprire al pubblico.

Sempre nel weekend, i militari della tenenza di Mira hanno denunciato in stato di libertà il 21enne A.M., già noto per una lunga sfilza di precedenti penali. Il ragazzo aveva deciso di impegnare il tempo libero a scassinare le automobili in sosta. Beccato in flagranza di reato da una pattuglia dei carabinieri, è stato anche sanzionato poiché si trovava fuori casa senza avere opportuna giustificazione del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento