Una donna accusata di revenge porn, vittima un miranese

Avrebbe diffuso online alcune immagini intime dell'uomo. E non solo

Messaggi sempre più insistenti, fino alle minacce e ad alcuni video espliciti diffusi sul web. Per questo una quarantanne di Camposampiero (Padova) è accusata del reato di revenge porn (ovvero diffusione illecita di materiale a sfondo sessuale), minacce e molestie, oltre che di diffamazione. A raccogliere gli indizi della sua colpevolezza sono stati i carabinieri di Camposampiero, a cui la vittima, un 48enne residente a Mirano, si è rivolta in cerca di aiuto. I due avevano avuto una relazione che l'uomo aveva deciso di chiudere. Lei, però, non si è mai rassegnata. La vicenda è riportata da PadovaOggi.

I video

Quando si è resa conto che le telefonate e i messaggi per convincerlo a tornare sui suoi passi erano inutili, la donna ha dato il via a vere e proprie molestie nei confronti del miranese. Scoperto che l'ex fidanzato aveva una nuova frequentazione, ha deciso di vendicarsi utilizzando alcuni video che ritraevano l'uomo in atteggiamenti a sfondo sessuale. Ha caricato i filmati su internet, inviandoli a diversi conoscenti e anche alla nuova compagna del 48enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perquisizione

A quel punto la vittima si è rivolta ai carabinieri fornendo loro le prove delle molestie. Prove che hanno trovato ulteriori riscontri nel corso delle indagini e hanno portato all'emissione di un ordine di perquisizione. Lunedì i militari si sono quindi presentati a casa della donna, sequestrando due cellulari e un pc portatile in cui erano contenute le immagini incriminate. Al termine delle operazioni la donna è stata denunciata in attesa degli ulteriori sviluppi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carte false per mantenere in famiglia la licenza di taxi acqueo: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento