Cronaca

Addio a Riccardo Licata: artista del simbolismo, veneziano ad honorem

Il noto pittore torinese scelse la laguna come sua seconda casa nel 1946 e da allora si è sempre diviso tra Venezia e Parigi. È morto al Civile

Riccardo Licata

Si è spento mercoledì in un letto dell'ospedale Civile di Venezia il pittore Riccardo Licata, lagunare d'adozione ma di origini torinesi. L'artista di fama internazionale si era trasferito nel centro storico nel 1946, poi nel 1957 era andato a Parigi quale assistente di Gino Severini nella scuola di mosaico e da allora si era sempre diviso tra le due città. Protagonista di numerose mostre, nel 1993 aveva avuto una antologica a Ca' Pesaro, a Venezia, a cura di Enzo Di Martino. Nel corso delle sua lunga carriera aveva elaborato una sorta di "scrittura pittorica" attraverso segni ordinati posti in sequenza, divenuti quindi la sua firma e il suo simbolismo unico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Riccardo Licata: artista del simbolismo, veneziano ad honorem

VeneziaToday è in caricamento