Onde e forte vento, scatta l'allarme per un natante disperso: salvataggio a Poveglia

Le ricerche sono scattate nel tardo pomeriggio di sabato e sono durate circa mezz'ora. Il conducente era finito in secca e si era disteso per difendersi dalle temperature gelide

Sono state alcune decine di minuti di grande apprensione nel tardo pomeriggio di sabato per le sorti di un navigante che all'improvviso è stato dato come disperso. Un amico del conducente del natante aveva segnalato ai vigili del fuoco che la sua imbarcazione era andata in avaria e proseguiva senza controllo. C'era forte vento e le temperature erano molto basse, dunque serviva individuare subito la barca per evitare incidenti. Per questo motivo si è messa in moto un'ingente mole di squadre di soccorso tra pompieri, polizia, Suem e capitaneria di porto.

Individuazione dopo mezz'ora

Le ricerche dopo circa mezz'ora hanno permesso il lieto fine. L’imbarcazione, dove il conducente era steso per ripararsi del freddo, si trovava in secca nei pressi dell’Isola di Poveglia, ed è stata recuperata grazie alla professionalità dei vigili del fuoco, che con un proprio gommone sono riusciti a raggiungere l’uomo e ad affidarlo ai soccorsi del personale del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento