menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Si è ribaltato più volte, poi è sparito nel nulla": ricerche di un canoista, poi l'allarme rientra

L'allertà è scattata verso le 19.30 di domenica nel territorio di Cavallino-Treporti. Controlli della capitaneria di porto. Nessuna segnalazione di persone scomparse nei campeggi

E' stato visto ribaltarsi un paio di volte, dopodiché sarebbe sparito nel nulla, preoccupando coloro che si trovavano in spiaggia verso le 19.30 di domenica. Sono durate a lungo le ricerche nelle acque antistanti Ca' Savio di un canoista che non si sapeva più che fine avesse fatto, finché le condizioni di visibilità l'hanno permesso. L'allerta è scattata a causa di alcune segnalazioni di bagnanti che si trovavano sull'arenile e hanno segnalato l'occupante di un kayak visibilmente in difficoltà a circa 300 metri dalla costa.

Controlli della Capitaneria

La corrente spingeva verso il largo, ma nessuno sarebbe stato in grado di segnalare dove il canoista fosse finito. Impossibile escludere che potesse essersi ripreso e potesse essere tornato a riva, così come non era possibile escludere che potesse essere stato trascinato lontano dalla corrente, magari allo stremo delle forze.

Ricerche sospese

Per questo motivo la Capitaneria di porto di Jesolo ha chiesto a una motovedetta di Venezia di pattugliare l'area interessata, mentre personale di terra ha raggiunto i testimoni oculari cercando di raccogliere ulteriori dettagli. Nonostante le ricerche, però, del canoista nemmeno l'ombra. In queste ore non sono state presentate denunce di scomparsa né a carabinieri, né a polizia. Sono stte chieste informazioni anche ai vari campeggi del litorale, ma a nessuna struttura sono giunte notizie di mancati rientri in serata. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento