menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il canale Gorzone

Il canale Gorzone

Nel canale per sfuggire all'arresto, poi sparisce: sommozzatori all'opera

Sabato sera un residente di San Gaetano di Cavarzere ha sorpreso tre ladri. Nella fuga due di loro hanno attraversato a nuoto il Gorzone, il terzo non s'è più visto. Ricerche nel fiume

Per sfuggire alle forze dell'ordine sabato sera si sono tuffati nel Gorzone, in località San Gaetano a Cavarzere, cercando di attraversarlo a nuoto e salvarsi dall'arresto. Erano in tre all'inizio della "traversata", ma dall'altra parte ne sono arrivati solo due. La terza persona non si è più vista. Tanto che, per capire come siano andate effettivamente le cose, da stamattina sono in azione le squadre dei sommozzatori dei vigili del fuoco. Il fuggitivo, infatti, potrebbe essere annegato oppure essersi nascosto tra le sterpaglie aspettando il momento giusto per tagliare la corda.

Ai militari dell'Arma sarebbe stata sporta una denuncia di scomparsa. Il timore è che si tratti proprio dell'uomo scomparso tra gli argini e le acque del Gorzone, scoperto, assieme ai suoi complici, da un residente che si è accorto di alcuni movimenti sospetti. Nell'oscurità ha visto gli individui, forse tra loro anche una donna, scendere da una Renault Megane grigia vicino al canale Gorzone. Una volta lasciato l'autista, il gruppo si è diretto verso la zona agricola, caratterizzata da casolari isolati e poco illuminati. Il loro scopo probabilmente era di mettere a segno qualche colpo.

Il piano però è naufragato quasi subito. I residenti si sono riversati in strada, facendo loro capire di essere stati scoperti. L'unica alternativa per il trio era fare dietrofront e dirigersi di nuovo verso l'auto che li stava aspettando. Peccato però che la Renault Megane nel frattempo era stata fermata dai carabinieri, bloccando un eventuale tentativo di fuga. L'uomo alla guida, che sembrerebbe essere del Ferrarese, si è giustificato di fronte alle forze dell'ordine dicendo di essere lì perché diretto verso l'abitazione della cugina a Taglio di Po. Una visita di cortesia.


I tre fuggitivi hanno quindi attraversato la strada e si sono tuffati nel canale. Ma il terzo componente del gruppo non si è più visto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento